Get inspired · Libri

3 libri di donne straordinarie

Ci sono donne, e uomini, dal carattere talmente affascinante e dal vissuto così pieno di avventure e passioni che staresti ore ad ascoltarli, o semplicemente a stargli vicino nella speranza di acquisire per osmosi almeno un filo del loro essere “straordinari”.

Ho avuto la fortuna di crescere e di continuare a vivere circondata da donne (mi riferisco soprattutto a loro non perché necessariamente migliori degli uomini ma perché di più facile immedesimazione) incredibili, dotate di una volontà di acciaio, di una dedizione e determinazione verso il lavoro e di un amore nei confronti dei propri cari fuori da ogni immaginazione. Donne comuni, lavoratrici, casalinghe, single, amanti, mogli, intellettuali, artiste, vedove, scientifiche e creative, sfacciate e timide.

Ognuna di loro meriterebbe un racconto tutto per sé, per il modo in cui mi hanno ispirato o mi ispirano tutt’ora. Per questo motivo, proprio perché la banalità mi annoia e le menti senza colori mi fanno sbadigliare, sono sempre alla ricerca di vite straordinarie, di cervelli brillanti, insomma di modelli di donne che con la raffinatezza del proprio ingegno siano riuscite a creare qualcosa, di piccolo o grande che fosse, ma con la passione e la cura di chi è ispirato.

Nell’ultimo periodo ho letto tre libri di / su tre donne che, in modo anche semplice, mi hanno ispirata.

#1 La donna che volevo essere, di Diane von Furstenberg

71kmczW2XkL

Vero e proprio mito degli anni ’70, è Diane è la stilista che ha inventato il wrap dress liberandoci tutte dalla costrizione di abiti scomodi o troppo stretto. In questa sua autobiografia, ripercorre tutta la storia del suo business, della sua famiglia e dei suoi innumerevoli amori.

b17d1a3ea2097afc52b1a589f9b4f113

916ff589797f0479db826a00c12793ce
Wrap dress come se piovesse

A tratti altezzosa nel descrivere i suoi successi, non si può dire che Diane sia una che si dà per vinta. Invece di accoccolarsi nella pigrizia della vita agiata che avrebbe semplicemente potuto godersi essendo nata in una famiglia molto ricca, ha preferito lanciarsi nell’avventura di diventare imprenditrice, con una firma super femminile e sexy.

6f374560a564ef4bd630d796d1bfed34

c9bd6e2a593c42f7c7d1b4b2d50030bd

c0749c48aefa18b95f2c64347e1086e6

Il suo racconto è percorso da quell’orgoglio un po’ narciso che chi si è veramente dato da fare nella propria vita si può permettere. Diane si è veramente rimboccata le maniche sia per la nascita della sua azienda che per il successivo rebranding.

f574888ce713c9fea0b44b5baddfe46c


#2 Love, Style, Life, di Garance Doré

41eFc9Uk4RL._SX380_BO1,204,203,200_

Posto che mi lascia basita che nessuna casa editrice abbia ancora pubblicato la traduzione in italiano di questo libro (grazie al cielo si trova tranquillamente nelle librerie ben fornite, in inglese), ormai è nota la mia ammirazione per Garance Doré, blogger, illustratrice e fotografa francese simpaticissima.

7babb80ff58676f785ea6ec0bebf54c2

Dico simpaticissima perché il suo essere buffa e solare non traspare solo dagli editoriali sul suo blog, ma lo conferma questo libercolo carinissimo, a metà tra autobiografia e manuale di moda e lifestyle. Garance ci ha buttato dentro un po’ di tutto, dalla storia di come il suo blog è diventato un business agli aneddoti sulla differenze tra le donne francesi e le donne americane (per la cronaca, francesi = simpatiche pigrone intellettuali che vanno alle mostre e al cinema indipendente e hanno un debole per formaggi, vino rosso e dormire, americane = control freak con la manicure sempre fatta, il frullato vegan in mano e la sveglia alle 5.30 per andare in palestra. Indovinate chi vince).

aba5d475c1c6c1bca938d4884c697cae

e82621831855368c8cad865648fcd46c

Garance ha passato un periodo, sui 25 anni, di vera e propria mid-life crisis in cui non aveva un soldo bucato e tutti i suoi soldi li spendeva in stivali e cene (Garance una di noi); poi, il blog, che pian piano ha iniziato a interessare sempre più gente, le ha portato sempre più collaborazioni e adesso è diventato un vero e proprio prodotto editoriale con uno staff e lei che vive a New York. Se non è una “favola” del nostro secolo questa.

3c5c35d18d0f177af94032367b926416

#3 Cara Ijeawele, di Chimamanda Ngozi Adichie

9788806234935

Passando su argomenti più impegnati socialmente e che non riguardano moda e business, alla fine ho letto anche io questo breve saggio di Chimamanda, una scrittrice nigeriana molto talentuosa di cui in futuro voglio leggere anche il romanzo Americanah. Chimamanda ha scritto una lettera per una sua amica che aveva appena partorito e le aveva chiesto qualche consiglio per crescere una figlia femminista.

848b59755f195aac9578fe03f78e0ffe

Per tutti/e coloro che non tollerano il femminismo light (se se non sapete cos’è il femminismo light, qui Cimdrp lo spiega bene) né il femminismo estremista, questo librino è illuminante. Talvolta noi donne ci autoinfliggiamo (e soprattutto infliggiamo ALLE ALTRE) delle costrizioni e delle convenzioni di cui potremmo benissimo fare a meno.

c60c2fc686f7c9340e8ef43e46bd019c

La questione della parità (e, attenzione, NON la superiorità femminile ovviamente) è un tema che mi sta molto a cuore. Chimamanda lo tratta benissimo e considerata la cultura da cui proviene, quella nigeriana (più severa forse ma non troppo lontana dalla nostra in realtà), merita ancora più ammirazione. Leggiamo, guardiamo, acculturiamoci e riflettiamo.

hero_square-today-im-channelling-chimamanda-ngozi-adichie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...